Antifurto

Impianto Antifurto

Tastiere LCD antifurto CBILe norme per una corretta progettazione di un impianto antifurto in relazione al livello di protezione che si vuole raggiungere (1° – 2° – 3° livello) prevedono l’installazione di un sistema perimetrale costituito da contatti magnetici e antisfondamento che segnalano l’intrusione o l’effrazione da porte e finestre.Il sistema perimetrale può essere integrato da sensori volumetrici, infrarossi, microonde o barriere lineari che vengono posizionate in zone strategiche in riferimento alle reali necessità di protezione. I segnali di allarme sono costituiti da sirene autoalimentate, combinatori telefonici per la trasmissione di messaggi preregistrati e/o ponti radio per i collegamenti con le Forze dell’ Ordine o Istituti di Vigilanza.

Centrale d’allarme

La centrale antifurto è l’elemento più importante di un sistema di sicurezza essendo il cervello del sistema dove sono cablati e gestiti tutti gli apparati che costituiscono l’impianto di sicurezza.

E’ dotata di una batteria tampone ricaricabile che garantisce il funzionamento anche in assenza di alimentazione di rete.

La CBI antifurti propone diversi tipi di centrali a seconda delle vostre esigenze e della dimensione dell’impianto.

Tastiere di comando

Le tastiere di comando sono gli apparati che consentono di interagire con il sistema antifurto. 

Le tastiere sono dotate di un display LCD che consente di: 

  • Inserire l’impianto antifurto in modo parziale o totale
  • Disinserire l’impianto antifurto
  • Consultare la memoria degli eventi
  • Verificarne lo stato
  • Modificare e/o aggiungere codici

Chiavi elettroniche

Permettono di inserire e disinserire l’impianto d’allarme tramite una chiave elettronica ad inserimento o prossimità. 

 

Sensori volumetrici

I rilevatori volumetrici (infrarossi, microonde o doppia tecnologia), da interno o da esterno, forniscono la protezione dell’intero immobile rilevando la presenza di persone in movimento nei luoghi protetti.

Hanno inoltre la possibilità di essere regolati per la presenza di animali domestici al fine di evitare falsi allarmi. 

Protezioni con contatti

Installazione di dispositivi di protezione che segnalano tentativi di effrazione.

  • contatti magnetici ad incasso o esterni, segnalano l’apertura di porte, serramenti e bascule box.
  • contatti a filo rilevano il tentativo di sollevamento della tapparella provocandone l’allarme.
  • rilevatori di vibrazione o antisfondamento

Sirene interne ed esterne

Sono un elemento essenziale del sistema antifurto con il compito di segnalare acusticamente e visivamente il tentativo di furto, intrusione, aggressione.

Le nostre sirene sono dotate di dispositivi:

  • antiapertura
  • antimanomissione
  • antischiuma
  • antistrappo

 

Combinatori telefonici

I combinatori telefonici su linea urbana o GSM permettono all’impianto antifurto di comunicare in tempo reale segnalazioni di:

  •  furto
  • rapina
  • aggressione
  • telesoccorso
  • guasti
  • assenza rete

E’ possibile programmare il combinatore telefonico per effettuare chiamate o inviare sms.

 

Ponti radio

E’ possibile integrare l’impianto antifurto con l’installazione di un ponte radio per il collegamento con Istituti di Vigilanza.

In caso di allarme verrà inviato un segnale alla centrale operativa dell’istituto di vigilanza, che provvederà all’immediato invio di una pattuglia.

 

 

 

Top

Chiamaci per un preventivo gratuito. 0392324327

Sapremo accontentare ogni tua esigenza!